“Dio odia le donne”, Giuliana Sgrena nel Salento ospite di Arci Lecce

LECCE – Dal 15 al 18 marzo Giuliana Sgrena sarà nel Salento ospite di Arci Lecce per presentare il suo ultimo libro, “Dio odia le donne”, edito da Il Saggiatore. La giornalista e scrittrice percorrerà la rete dei circoli Arci seguendo questo calendario:

  • 15 marzo dalle 18.30 Arci Nardò Centrale;
  • 16 marzo dalle 18.30 al circolo Arci Artelica a Soleto;
  • 17 marzo dalle 18.30 al circolo Arci Nuova Ferramenta in via Pappacoda 25 a Lecce;
  • 18 marzo dalle 18.30 alla Ex Conceria Lamarque a Maglie, ospite dei circoli Associazione “ARCI Biblioteca di Sarajevo” – Maglie (LE) e Liberi Cantieri Arci

Ex inviata di guerra del Manifesto, collaboratrice del giornale tedesco Die Zeit, da sempre attivista politica, Giuliana Sgrena ha ripercorso nel suo lavoro le radici religiose della subalternità della donna all’uomo nelle culture che si rifanno alle tre grandi religioni monoteiste: cristiana, ebraica, islamica.

“Giuliana Sgrena svela e denuncia tutte le forme di questo odio nei confronti delle donne. Da fenomeni estremi come l’infibulazione ‘faraonica’ e lo stupro di guerra, che se ripetuto per dieci volte fa sì che la donna sia finalmente convertita, a tragedie quotidiane come il femminicidio, versione contemporanea ma non meno cruenta del delitto d’onore, con cui il maschio rivendica il possesso della moglie, figlia, sorella, il diritto di deciderne la vita o la morte. Ma esistono anche prevaricazioni più sottili e subdole, come l’ideale di purezza e verginità, che condiziona le donne nelle scelte di vita, nel ruolo sociale, perfino nell’abbigliamento. Giuliana Sgrena risale alla radice stessa della sottomissione femminile, mostrando quanto ancora oggi la legge della religione riproduca la subalternità della donna al primo sesso”.

 

 

NO COMMENTS