“Fascination of Plants Day 2017″: oggi le iniziative green a Palazzo dei Celestini e nella Villa comunale

LECCE – Si è svolta oggi, con ampia e sentita partecipazione, presso la sede della Provincia di Lecce, la “Giornata internazionale del fascino delle piante” (“Fascination of Plants Day”), con seminari di studio con docenti e ricercatori universitari aperti agli studenti delle scuole superiori e mostre e visite guidate riservate ai bambini.

L’iniziativa di sensibilizzazione e riflessione sull’importanza delle piante per la sopravvivenza dell’ecosistema terrestre (celebrata oggi in contemporanea in tante altre città nel resto del mondo) è promossa da Provincia di Lecce, Cnr-Ispa (Istituto di Scienze delle produzioni alimentari), Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’Università del Salento, Orto Botanico di Lecce, Società Botanica Italiana e Comune di Lecce.

La Provincia di Lecce aderisce e sostiene la “Giornata internazionale del fascino delle piante” nell’ambito del suo più ampio progetto “Giornate di Promozione della Cultura Scientifica”, promosso ed organizzato dal Servizio Tutela e Valorizzazione Ambiente provinciale.

La sala consiliare di Palazzo dei Celestini, a Lecce, ha ospitato il workshop “Importanza delle piante in un pianeta affollato”. I lavori sono stati aperti da Antonio Del Vino, delegato dal presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone. Hanno partecipato gruppi di studenti degli Istituti agrari “Presta – Columella” di Lecce ed “Egidio Lanoce” di Maglie e dell’Istituto tecnico “Grazia Deledda” di Lecce.

Il workshop si è articolato in tre seminari tematici: Piante & Ambiente, Piante & Alimentazione, Piante & Tecnologie. Il primo, moderato da Antonella Albano di Unisalento, sui seguenti temi: “Le piante: amiche o nemiche dell’uomo?” (Rita Accogli, Unisalento); “Alberi in città: l’impatto sul microclima e sulla qualità dell’aria” (Riccardo Buccolieri, Unisalento); “Il fitoplancton: una micro-foresta vegetale in ambiente acquatico” (Elena Stanca, Unisalento). Il secondo seminario (moderato da Federica Blando, Cnr-Ispa), ha registrato le seguenti relazioni: “Piante, nutrizione e salute: prevenire è meglio che curare”(Sofia Caretto, Cnr-Ispa); “650 sfumature di rosso: le piante colorano la salute” (Marcello Lenucci, Unisalento); “Come il frumento può contribuire a sfamare il pianeta?” (Barbara Laddomada, Cnr-Ispa); presentazione del volume “Orti Botanici, eccellenze italiane” di Marina Clauser e Pietro Pavone (a cura del coordinatore editoriale P.L. Ciolli). Il terzo ed ultimo seminario, moderato da Gian Pietro Disansebastiano, Unisalento, si è sviluppato intorno a questi argomenti: “Per gentile intercessione: energia dalle piante” (Gian Pietro Disansebastiano, Unisalento); “Food-print: l’impronta ecologica degli alimenti di origine vegetale” (Antonella Leone, Cnr-Ispa); “Miglioramento genetico con marcatori molecolari” (Alessio Aprile, Unisalento); “Genome editing e miglioramento genetico” (Erika Sabella, Unisalento).

Inoltre, da evidenziare un’altra interessante iniziativa rivolta ai bambini delle scuole elementari. Negli spazi dell’antico porticato di Palazzo dei Celstini, nell’arco della mattinata, è stata allestita una Mostra della biodiversità vegetale, in cui erano esposte piante e semi delle specie vegetali di uso alimentare del territorio salentino, comprendenti sia quelle spontanee che quelle coltivate. I campioni esposti erano corredati di etichetta riportante il nome scientifico, il nome comune, la provenienza territoriale; pannelli, poster esplicativi, foto e materiale divulgativo hanno illustrato il patrimonio vegetale salentino dal punto di vista storico-culturale-economico.

L’esposizione è stata visitata da circa 200 alunni della scuola primaria del 1° Circolo didattico “Cesare Battisti” di Lecce, che hanno potuto ricevere informazioni sull’importanza del recupero e conservazione della biodiversità locale. Sempre in mattinata, nella Villa comunale, i piccoli partecipanti hanno seguito anche un Percorso storico-botanico delle principali specie vegetali presenti, con informazioni sull’importanza dei parchi pubblici come polmone verde da tutelare all’interno delle città e dettagli storici e botanici sulle principali specie vegetali presenti.

 

 

NO COMMENTS